Ultima modifica: 24 novembre 2017

4 novembre

La primaria di Vobarno ricorda i caduti della prima guerra mondiale

Il 4 novembre di ogni anno viene celebrata la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale. Questa data ricorda l’entrata in vigore dell’Armistizio di Villa Giusti (4 novembre 1918), con cui ci fu la resa dell’Impero Austro-Ungarico.

In questa giornata celebrativa si intende ricordare tutti coloro che hanno sacrificato la loro vita per un’ideale di Patria e di attaccamento al dovere, valori immutati nel tempo per i militari di allora e di oggi.

***

Sabato 4 novembre 2017, gli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria di Vobarno hanno preso parte alla celebrazione commemorativa del 4 novembre, che si è tenuta presso la sala conferenze della biblioteca comunale. Erano presenti il Sindaco, sig. Giuseppe Lancini, gli Assessori comunali Zani e Buffoli, le Autorità civili e militari, il Corpo Bandistico Sociale di Vobarno e la cittadinanza intervenuta.

Gli alunni, tramite letture di brani densi di significato, hanno ricordato i soldati caduti nella prima guerra mondiale.

Il Corteo, accompagnato dalle note della banda, ha proseguito poi verso la Chiesa Parrocchiale per la celebrazione del Rito di Suffragio. Al termine della Santa Messa, guidati dalle Autorità Comunali e dalle rappresentanze di Associazioni e Istituzioni, ci si è recati presso il Monumento dei Caduti.

Qui, deposta una corona di alloro, è stato reso onore a chi, con generosità, ha dato la propria vita per i diritti di libertà e democrazia di cui oggi godiamo.

Ragion per cui il compito della scuola è quello di formare nei bambini una cultura di base perché possano comprendere che il loro presente è l’esito di un passato fatto di sacrifici, di sofferenze e di perdite di migliaia di vite umane e che deve essere difeso per un futuro di concordanza e amore fraterno tra i popoli.

Le insegnanti