Ultima modifica: 27 aprile 2017

Carnevale in arte

Che scoperta all’infanzia di Roè…anche gli artisti pittori festeggiano il Carnevale

Sfogliando un catalogo di Pablo Picasso, notiamo un dipinto di “Arlecchino”: ritrae un bambino nel suo bel travestimento elegante e molto grazioso (il soggetto è il figlio dell’autore); questo quadro incuriosisce i bambini e lo prendiamo come riferimento per creare anche noi un dipinto di carnevale. Osserviamo l’immagine: i colori, è un Arlecchino di due colori giallo e azzurro; la posizione del soggetto, è dolcemente seduto su una grande sedia nera; i particolari, ha pizzi e merletti al collo e polsini e un cappello nero in testa… ora vogliamo proprio iniziare la nostra “opera”.

I bambini stanno imparando che questi disegni non si realizzano subito, in breve tempo, ma come i veri pittori, bisogna rispettare diverse fasi, quindi iniziano a disegnarlo con la matita in tutti i particolari del vestitino fatto a rombi, successivamente coloriamo il soggetto con i pastelli ad olio, colori morbidi e brillanti che i bambini utilizzano piacevolmente; infine rimane da dipingere lo sfondo e lo facciamo con gli acquerelli… scopriamo che, anche se passiamo con questi sopra all’arlecchino, non si colora: l’olio dei pastelli non lascia penetrare l’acqua!

Quando il disegno è asciutto lo rifiniamo con un tocco di luce allegra e magica, come la festa di Carnevale, imprimendo sullo sfondo tanti coriandoli con “gel glitterato”…ed ecco la nostra “ opera d’arte” è completata!

I nostri arlecchini non assomigliano nemmeno un po’ all’originale di Picasso…ma sono tutti bellissimi ed unici come una vera opera d’arte.