Ultima modifica: 1 novembre 2017

Ecco a voi Luma

L’accoglienza continua all’infanzia di Roè

Nel primo periodo, alla nostra scuola, dedichiamo parecchio tempo all’inserimento dei nuovi bambini e alla “riaccoglienza” degli altri. Proprio per questo motivo ogni anno stendiamo un progetto dedicato all’accoglienza di tutti. Anche questa volta ci siamo fatte aiutare da un personaggio mediatore che ci ha accompagnato nelle varie attività e proprio lui è stato il personaggio protagonista della storia legata a questo progetto.

Ora vi sveliamo chi è… Si tratta di una lumachina di nome Luma.

Luma vive su di una pianta di cavolo e la sua mamma la deve accompagnare a scuola per la prima volta. Lei non ci vuole andare: fa un sacco di capricci e ha tante paure; teme che le compagne lumachine le facciano i dispetti, che la maestra si arrabbi, ha paura che le rubino la merenda…

La mamma l’accompagna comunque a scuola e cerca di rassicurarla dicendole che avrebbe incontrato tanti amici. Lei piange e sostiene di non avere amici!!!

La maestra racconta una bellissima storia divertente, tutti incominciano a ridere, compresa Luma che improvvisamente si dimentica di essere arrabbiata e triste. Con i colori poi tutte le lumachine dipingono i loro gusci, giocano a “prendi prendi” e anche Luma è felice. La scuola non è così male!

I bambini rappresentano con varie tecniche alcune parti della storia e alcuni di loro si identificano proprio nella piccola Luma.

La lumachina viene colorata con gli acquerelli, con le tempere… viene riprodotta con carta da giornale e carta da pacco, con il pongo, la pasta sale, la lana….I bimbi si divertono e si impegnano molto e ormai Luma è una di noi.