Ultima modifica: 14 dicembre 2017

Le “Vobarniadi natalizie”

Grande novità quest’anno per gli studenti della scuola secondaria di Vobarno

Venerdì 22 dicembre, alle ore 20:30, presso la palestra della nostra scuola, si terrà la prima manche delle Vobarniadi 2017-2018. Per chi lo avesse dimenticato, Vobarniadi è il nome di un progetto avviato lo scorso anno dalla scuola secondaria di primo grado. Si tratta di una gara di cultura generale, nella quale si sfideranno le classi terze e che si terrà in due serate. I ragazzi dovranno rispondere ad un totale di trentasei domande, appositamente preparate da tutti i docenti, in modo tale da garantire due/tre quesiti per disciplina. Durante questa prima serata gareggeranno a punti tutte e tre le classi e la squadra che totalizzerà meno punti si classificherà automaticamente terza. Nella seconda serata (finale) si sfideranno le due classi rimaste in gara, per aggiudicarsi il 1° e il 2° posto. La Giuria sarà composta da cinque insegnanti e dalla Dirigente Scolastica, alla quale, in veste di notaio, spetterà l’insindacabile potere di giudizio nei casi di controversa attribuzione del punteggio.

Inoltre, dal momento che quest’anno non vi sarà il consueto saggio musicale ad aprire le festività natalizie, i docenti della scuola secondaria hanno pensato di allargare la serata ad altre iniziative in collaborazione con il Comitato Genitori: si potrà, infatti, partecipare ad una pesca di beneficenza, acquistare una delle torte che verranno battute all’asta e brindare alle imminenti festività in compagnia degli insegnanti e della Dirigente. Invitiamo tutti i genitori ad assistere alla manifestazione ed estendiamo l’invito anche a tutti i familiari che vorranno partecipare con noi all’evento.

Ci auguriamo pertanto che le famiglie partecipino numerose all’evento e che l’iniziativa catturi anche l’attenzione della cittadinanza. Non siete curiosi di scoprire in cosa consistono i “jolly”, i “rischi” e i “rifi”?

Vi aspettiamo e nel frattempo… a tutti Buon Natale!

 

 

L’entusiasmo degli studenti, invece, più che descriverlo preferiamo mostrarlo. Eccoli divisi nelle tre squadre che si sfideranno: rossi, neri e blu.