Ultima modifica: 19 maggio 2018

Tutti in gita

I bambini dell’infanzia di Roè in uscita didattica

Bellissima esperienza presso la fattoria didattica “Aquila Solitaria” di Serle.

Tutti i bambini della scuola dell’Infanzia di Roè, divisi in due gruppi, in due giornate, hanno partecipato alla loro gita a contatto con la natura.

Fortunatamente anche il tempo è stato dalla nostra: tanto sole, caldo e una bellissima giornata.

Alle 9 del mattino (tutti puntuali in questa occasione), saliamo sullo scuolabus.  L’agitazione è tanta, ma siamo bravi: tutti seduti, composti, non vediamo l’ora di arrivare.

La strada è un po’ più lunga del solito, per noi è una vera e propria gita. Finalmente arriviamo e ad accoglierci troviamo Daniele ed Andrea, una giovane coppia di sposi che sono anche i proprietari della fattoria.

Ci dividiamo in due gruppi: il primo rimane all’interno e prepara dei gustosissimi biscotti che poi si porteranno a casa e si mangeranno con mamma e papà. Prima di cominciare osserviamo bene gli ingredienti e la cosa più particolare è vedere tante uova di grandezza diversa: dal più piccolo (ma proprio piccolo) al più grande (qualcuno dice che è un uovo di Pasqua! In realtà è un uovo di struzzo…).

Uniamo tutto ciò che serve per fare dei biscotti buonissimi: uova, zucchero, burro, farina…ad ogni bambino viene dato un mattarello e…via che si impasta. Con l’aiuto di tante belle formine, diamo forma ai nostri biscotti che poi verranno infornati.

L’altro gruppo intanto incomincia il giro in fattoria ma per prima cosa prepara il cibo da dare agli animali. Divisi in piccoli gruppetti, i bambini hanno una pannocchia e la devono sgranare: per qualcuno non è facile…è un buon esercizio di manualità! I primi animali che vediamo sono i daini: ogni bambino dà loro da mangiare: che solletico sulle manine!

Entriamo poi nel pollaio dove ci aspetta il “Gallo Camillo” che è un po’ burbero, le sue amiche galline, le oche, il tacchino, le faraone….i bambini possono accarezzare e vedere da vicino tutti gli animali: si divertono veramente tanto.

Passiamo poi dalle pecore, e qui qualcuno ha un po’ di paura. Ci sono anche le capre e un piccolo capretto di soli due giorni: lo possiamo accarezzare anche se la sua mamma ci controlla a vista.

Passiamo vicino al pavone che, siccome sente un po’ troppo rumore, non fa la ruota; noi poi siamo bravissimi: rimaniamo in silenzio e lui ci regala un bellissimo spettacolo.

È il momento dei pulcini: ci mettiamo tutti seduti in cerchio sull’erba formando un grande cerchio e i pulcini vengono liberati dentro al nostro cerchio, si avvicinano a noi…i bimbi più piccoli sono felicissimi!

Senza rendercene conto è arrivata l’ora del pranzo: apposta per noi è stata preparata una grande tavolata: ci sediamo e gustiamo i nostri panini con prosciutto e formaggio e…sorpresa: c’è anche la pizza! Quanto abbiamo mangiato…

Pronti e si riparte: una bella camminata per smaltire il pranzo in mezzo al prato e al bosco. Arriviamo in un posto dove ci sono gli asini: a turno li cavalchiamo e spazzoliamo loro il pelo.

Lì  vicino c’è anche uno stagno dove le rane saltellano e si nascondono.

Osserviamo le piante, i fiori, ascoltiamo i rumori della natura.

Nel frattempo un gruppo di bambini ha la possibilità di sperimentare un percorso sensoriale: via le scarpe, via le calze…che felicità! A piedi nudi nell’erba e uno alla volta camminiamo in tante vasche che contengono farina, paglia, sassi, mais, segatura….

Formiamo ancora un grande cerchio e questa volta ci sdraiamo sull’eraba, chiudiamo gli occhi e ascoltiamo…

Qualche bambino non si rende conto del tempo che è passato e chiede. “Ma è già pomeriggio?”  Purtroppo sì, ed è già ora di ripartire.

Qualcuno è un po’ stanco ma sicuramente felice della bellissima giornata trascorsa. Grazie Daniele, grazie Andrea: sicuramente ci rivedremo!