Ultima modifica: 18 maggio 2018

Storie per gioco

Gara di lettura per gli alunni di seconda della scuola secondaria di Roè

Quest’anno le classi seconde hanno partecipato alla gara di lettura “Storie per gioco”, organizzata dal Sistema bibliotecario Sudovest bresciano.

In gara ben 50 libri scelti dalla commissione, su cui sono stati organizzati 6 giochi online, uno a settimana; le prime 6 squadre in classifica avrebbero partecipato alla gara finale presso la Biblioteca di Chiari.

Nessuno ci crederà mai, io che non amo leggere ho letto ben 10 libri, ma per la mia meravigliosa classe, questo e altro!

Il nome della nostra squadra era “Books eaters” e siamo arrivati terzi con ben 221 punti.

Insieme alle altre 5 squadre, il 21 Marzo, ci siamo contesi il primo posto in una finale. Fortunatamente, sono stati scelti solo 12 libri su 50 e quindi ne ho letti altri due.

Per prepararci al meglio, ognuno doveva scrivere una scheda sul libro che aveva appena letto.

Il giorno della finale eravamo tutti un po’ in ansia perché avevamo paura di sbagliare.

Non sapevamo cosa ci aspettava ma eravamo pronti a tutto.

Arrivati sul posto, la biblioteca di Chiari, siamo entrati in un grande salone dove le altre squadre ci stavano aspettando per giocare.

In tutto i giochi avrebbero dovuto essere cinque, ma nella confusione, per errore, sono state consegnate le risposte del quinto quesito e quindi per non penalizzare nessuno quel gioco è stato annullato e ne è stato proposto un altro di riserva.

I giochi erano uno più difficile dell’altro e infatti qualche errore lo abbiamo fatto anche noi.

Dopo la correzione dei giochi i giudici hanno esclamato:

I vincitori sono…. i Reading Storm!”

Noi dopo aver sentito quella frase ci siamo demoralizzati, ma ci siamo risollevati quando abbiamo sentito che i premi erano i biglietti per la visita del Museo di Trento, che noi avevamo già visitato!

Guardando la classifica abbiamo capito di esser arrivati terzi con soli due punti di distacco dai primi.

Infine, siamo ritornati a scuola felici di esser arrivati comunque sul podio e di aver partecipato a questo bel concorso.

Andrea Cavagnini, II F